Truffatore compra una Bmw X6 con un bonifico di 3 euro

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Il truffatore ha taroccato il bonifico, pagando solo 3 euro invece di 30mila“(Leggi l’articolo e scopri a cosa vai incontro se non ti affidi a qualcuno per la vendita della tua auto)

È notizia di pochissimi giorni fa: un mantovano, già noto alle forze dell’ordine – ma sconosciuto al malcapitato protagonista della vicenda – ha acquistato una BMW X6 al prezzo di occasione di 3 euro.
No, non è un errore di battitura: tre euro per un’auto usata, in vendita al prezzo di mercato di 30.000 euro
La trattativa si è conclusa: bonifico fatto, passaggio di proprietà avvenuto.
No, questa non è la fine della storia. Fortunatamente, il lieto fine c’è stato. Ma ripartiamo dall’inizio…Un bel giorno, Marco (nome di fantasia) decide che è giunto il momento di vendere il suo bel suv, una BMW X6, una macchina che, per le sue caratteristiche, è quasi un bene di lusso ma che, come tutte le auto, è soggetta a svalutazione. 
Il prezzo di mercato per la BMW di Marco è di 30.000 euro.
Marco fa pulire l’auto, scatta qualche foto, fa persino un video, e pubblica un bell’annuncio su un portale di auto usate
Le risposte dei possibili acquirenti non si fanno certo aspettare.
È una bella macchina, tenuta bene, e proprio per questo Marco non è intenzionato a trattare sul prezzo.
Scarta varie proposte. Ne sceglie una, la più conveniente, di un tizio di 47 anni, mantovano, che non chiede sconti al prezzo e si propone di pagare la macchina subito, non appena l’avrà provata.Marco incontra il tizio, ci scambia due chiacchiere, gli fa fare un giro sulla BMW. Il tipo è felicissimo della scelta e non ha dubbi: la comprerà. 
Dice che una volta a casa invierà il bonifico per averla. 
Si fa lasciare gli estremi e se ne va, quasi saltellando.Marco non ha motivo di dubitare dell’uomo che ha appena conosciuto. Ha il suo IBAN. Si incontreranno di nuovo per scambiarsi l’auto e la ricevuta del bonifico.…E QUI VIENE IL BELLO…Il momento è arrivato: Marco impugna il bonifico, provvede subito al passaggio di proprietà e consegna la macchina nelle mani del tipo. 
All’insaputa di Marco, lo scaltro truffatore aveva truccato il bonifico: alla cifra di 3,00 euro, sulla ricevuta cartacea del bonifico, aveva aggiunto gli zeri mancanti per ottenere la cifra di 30,000. 
Il trucco c’è ma non si vede.
Marco non si accorge di essere vittima di un’immane truffa. Lo scopre solo dopo aver controllato la lista movimenti del suo conto online.
Quando capisce di aver ricevuto 3,00 euro in cambio della sua bella macchina, il furbo truffatore ha già trovato il modo di rivendere la BMW di Marco, al prezzo di occasione di 14.000 euro…
Con molta fortuna, i carabinieri, allertati da Marco, sono riusciti a rintracciare il mantovano molto presto, impedendogli di concludere il nuovo affare e restituendo la macchina a Marco.Tutto è bene quel che finisce bene? Solo in parte.Marco ha riavuto la sua BMW, ma dovrà provvedere di nuovo a venderla. Come farà a fidarsi dopo la brutta esperienza vissuta? A chi si affiderà? Come farà a tutelarsi dalle truffe? Chi garantisce sulla transazione una volta che avrà scelto l’acquirente?
Marco è un “miracolato”. 
Ha rischiato di vivere nell’incubo di aver regalato la sua auto ad uno sconosciuto truffatore, ma fortunatamente il tipo era già noto alle forze dell’ordine, che proprio per questo motivo hanno potuto acciuffarlo.
E se il malfattore fosse stato incensurato? Quale esito avrebbe avuto questa storia?
La compravendita delle auto usate tra privati diventa spessissimo teatro di questo genere di storie.
Incappare in una truffa è molto semplice.
Marco non era certo uno sprovveduto. 
Con la ricevuta del bonifico in mano, non poteva immaginare che la cifra dell’importo stampato era stata modificata. 
La truffa è stata eseguita a regola d’arte, ed è solo grazie ai passi falsi compiuti in passato dallo stesso truffatore che i carabinieri sono riusciti a fermarlo. Non è sempre così.
Occorre tutelarsi, rivolgersi ad un’agenzia che garantisca sulla transazione e sull’auto…

COMMENTA

Antonello Pichinelli

DICONO DI NOI SU MILLIONAIRE

SEGUICI NEI SOCIAL

Ne è passato di tempo da quella Fatidica scelta e non posso che essere Soddisfatto. Gestisco il Primo Centro PRIVACAR a Campobasso e Ringrazio tutto lo staff per l'Incredibile Opportunità. Siete Davvero Persone Rare Da Trovare al giorno D'Oggi...
Antonio Galli
(Privacar Campobasso)
Sono da sempre stao un appassionato di Auto e Grazie a PRIVACAR sono finalmente riuscito a trasformare la mia Passione in un vero e Proprio lavoro
Umberto Di Paolo
(Privacar Teramo)
Da Imprenditore Seriale quale sono, non posso che consigliare PRIVACAR a tutti gl'Imprenditori che stanno cercando nuove opportunite in Mercati in Ascesa!
Michael Sandano
(Privacar Veneto)
Ho sempre lavorato alle dipendenze di qualcun altro, finchè un bel Giorno non ho conosciuto PRIVACAR. Grazie a tutto lo STAFF per questa Incredibile Opportunità!
Andrea Dalpino
(Privacar LUCCA)

Articoli recenti